Abitudini alimentari associate all’insonnia

Alcuni alimenti e attività possono contribuire all’insonnia. Se non riesci a dormire, leggi i seguenti fattori legati allo stile di vita per vedere se uno o più di questi potrebbero incidere sul tuo disturbo:

L’alcol è un sedativo. Può inizialmente aiutare ad addormentarti, ma può causare disturbi del sonno a notte inoltrata.

La caffeina è uno stimolante. La maggior parte delle persone è consapevole del potere stimolante della caffeina e la utilizza al mattino per iniziare la giornata e sentirsi produttiva. La caffeina utilizzata con moderazione è ottima per la maggior parte delle persone, ma l’utilizzo eccessivo può causare insonnia. Un sondaggio condotto nel 2005 dalla National Sleep Foundation ha consentito di scoprire che le persone che bevono 4 o più tazze/lattine di bevande con caffeina al giorno hanno maggiore probabilità di avvertire almeno 1 sintomo dell’insonnia per qualche notte a settimana rispetto a quelli che ne bevono nessuna o 1 tazza/lattina.

La caffeina può rimanere nel corpo anche per 8 ore e gli effetti possono durare a lungo. Se soffri di insonnia, non consumare cibo o bevande con caffeina poco prima di coricarti.

Anche la nicotina è uno stimolante e può causare insonnia. Il fumo di sigarette o i prodotti a base di tabacco assunti poco prima di coricarsi possono causare difficoltà ad addormentarsi e dormire bene durante la notte. Il fumo danneggia la salute. Se fumi, dovresti smettere.

I pasti pesanti consumati poco prima di coricarsi possono causare disturbi al sonno. La regola migliore da seguire è mangiare leggero prima di andare a letto. Se si mangia troppo la sera, questo può causare disagi e rendere difficile per il tuo corpo tranquillizzarsi e rilassarsi. Anche i cibi piccanti possono causare bruciore di stomaco e interferire con il sonno.