Essere genitori e perdere il sonno

L’insonnia può pesare in modo particolare sui genitori, costretti a dividersi tra bambini, lavoro e altre mansioni. Alcuni genitori hanno maggiore probabilità di altri di sviluppare l’insonnia; ad esempio un sondaggio della National Sleep Foundation ha mostrato come il 74% delle mamme che rimangono a casa abbia riferito sintomi di insonnia. Inoltre, i genitori hanno maggiore probabilità di guidare assonnati, vale a dire che i disturbi del sonno possono anche comportare un rischio per la sicurezza.

L’insonnia nella genitorialità può essere causata dallo svolgimento di più attività contemporaneamente e dal dover trovare un equilibrio tra orari complicati ed esigenze differenti. Alcuni genitori trovano difficoltà a rimanere “sempre attenti” tutto il giorno, a gestire i bambini e le richieste di lavoro, quindi a staccare completamente la spina per riposare bene la notte. Lo stare sdraiati nel letto porta invece una miriade di pensieri sulle cose da fare e preoccupazioni per le piccole e grandi questioni di famiglia.

Creare un ambiente per dormire tranquillo, rilassarsi e praticare tecniche di rilassamento sono tutti modi importanti per proteggere il proprio sonno quando si è genitori. Assicurati quindi che la stanza sia confortevole con materasso, cuscini e letto di buona qualità e in ordine (alcuni genitori dedicano molte energie alla stanza dei bambini ma dimenticano che anche l’ambiente dove loro dormono è importante). Smetti di utilizzare dispositivi elettronici, quali telefoni e tablet un’ora prima di andare a dormire e non controllare l'e-mail o navigare su Internet poco prima di coricarti o nel cuore della notte. Se hai difficoltà a dormire, fai un esercizio di rilassamento mentre sei disteso nel letto. Questi esercizi possono essere molto utili, in particolare se eseguiti regolarmente. Poiché il tuo sonno è legato a quello dei tuoi bambini, parla con il pediatra se il tuo bambino non dorme durante la notte.

In una certa misura, i disturbi del sonno fanno parte dell’essere genitori. Ma non bisogna permettere alla mancanza di sonno di diventare un’abitudine. Se hai provato a seguire i suggerimenti sull’igiene del sonno e gli esercizi di rilassamento e hai ancora difficoltà a dormire, rivolgiti al tuo medico per parlare dell'insonnia e di altre opzioni di trattamento.