Esistono diversi stadi di danno epatico 

Esistono diversi stadi di danno epatico e la progressione può richiedere anni. Il danno epatico non è uguale in tutti i pazienti e ognuno di essi ha il suo percorso.

I medici misurano la portata del danno epatico in base alla quantità di fibrosi. Se il tessuto cicatriziale continua a formarsi, può causare problemi nella funzionalità dell’organo, provocando la cirrosi.

Il medico può utilizzare tecnologie non invasive, ad esempio l’ecografia per determinare la quantità di fibrosi presente nel fegato.

Il medico può anche effettuare una biopsia epatica.

Una biopsia epatica è un esame che consente di determinare lo stadio della malattia che il fegato ha raggiunto.

  • Durante questa procedura, viene prelevato un piccolo campione di fegato che viene esaminato con un microscopio.
  • Il campione viene esaminato per vedere l’entità del danno epatico

Gli stadi di danno epatico sono:

STADI DI DANNO EPATICO
(illustrazione medica)