Cos’è l’ipoglicemia?

Il termine ipoglicemia indica bassi livelli di zuccheri nel sangue. L’ipoglicemia si verifica quando la glicemia è molto più bassa del normale (in genere inferiore a 70 mg/dl). Parla con il tuo medico del tuo obiettivo glicemico e scopri i livelli da non superare.

L’ipoglicemia si può verificare quando

  • Si mangia meno o in ritardo rispetto al solito
  • Si salta un pasto o uno spuntino
  • Si fa più attività fisica del solito
  • Si assumono alcuni tipi di farmaci per il diabete

I comuni sintomi dell’ipoglicemia includono

  • Nervosismo o ansia
  • Sensazione di fame e nausea
  • Stato confusionale o delirio
  • Tremori
  • Sudorazione, brividi o malore
  • Vertigini o capogiri
  • Sonnolenza
  • Irritabilità o impazienza
  • Battito cardiaco rapido/accelerato
  • Vista offuscata/confusa
  • Formicolio o intorpidimento delle labbra o della lingua
  • Mal di testa
  • Debolezza o stanchezza
  • Rabbia, ostinazione o tristezza
  • Mancanza di coordinamento
  • Incubi o pianto durante il sonno
  • Convulsioni
  • Perdita dei sensi

All’inizio i sintomi possono essere lievi, tuttavia, se non trattati, possono peggiorare velocemente. Se avverti questi sintomi, controlla subito la glicemia.

L’ipoglicemia può non causare alcun sintomo. Il controllo della glicemia è il modo migliore per conoscere il livello di zuccheri nel sangue. Chiedi al medico quando e con quale frequenza è necessario controllare la glicemia.

Se pensi che sia bassa, ma non puoi controllarla per un qualsiasi motivo, cerca di alzarla mangiando o bevendo fonti di zuccheri ad assorbimento rapido. L’ipoglicemia grave può causare perdita dei sensi, una situazione che può richiedere un trattamento di emergenza. Se hai spesso episodi di ipoglicemia, riferiscilo subito al medico.