Guida per il caregiver: come rivestire al meglio il proprio ruolo

La maggior parte delle persone a un certo punto della propria vita diventa caregiver. Questo significa aiutare un familiare o un amico assumendosi alcuni incarichi, come accompagnarlo agli appuntamenti con il medico, fare la spesa, occuparsi delle questioni legali e finanziarie e fornire assistenza nella gestione dei farmaci. Hai iniziato da poco ad assistere qualcuno? Parti da qui.

  1. Individua l’ambito in cui la tua presenza è maggiormente necessaria. Ogni esperienza di assistenza è unica e le circostanze possono cambiare nel tempo. Può, quindi, essere utile comprendere in che cosa la persona di cui ti occupi ha bisogno di aiuto giorno dopo giorno, ad esempio:
    • Assistenza sanitaria: gestire i farmaci, andare agli appuntamenti con il medico
    • Sostegno emotivo: avere compagnia, conversare, ricevere incoraggiamento
    • Sostegno domestico: cucinare, pulire, fare il bucato
    • Cura personale: farsi il bagno, mangiare, vestirsi
    • Mansioni quotidiane: fare commissioni, gestione economica
  2. Elabora un programma di assistenza. Una volta individuate le necessità della persona assistita, puoi elaborare un programma di assistenza scritto. Questo programma ti consentirà di prenderti cura della persona assistita e di te stesso. Ricorda che un programma di assistenza andrà incontro a continue modifiche, man mano che le necessità e le priorità cambieranno nel tempo. Quando elabori un programma di assistenza, ricorda di:
    • Preparare un elenco delle attività che hai il tempo e che sei in grado di fare per la persona assistita
    • Scrivere le attività per le quali avrai bisogno di aiuto, subito o in futuro. Individuare una persona che potrà aiutarti nella cura della persona assistita (ad esempio, la famiglia, gli amici, i vicini).
    • Organizzare un calendario delle attività del programma di assistenza
  3. Chiedere informazioni su questioni finanziarie e legali. La maggior parte delle persone tende a tenere riservate le questioni finanziarie e legali, ma la persona assistita potrebbe avere bisogno di aiuto per pagare le bollette, fare il bilancio di spese e assegni, fare investimenti o gestire altri aspetti finanziari. Fornire assistenza in questo ambito può rappresentare una questione delicata, quindi un buon punto di partenza potrebbe essere discutere con calma insieme alla persona assistita il modo in cui la puoi aiutare. Qualora fosse necessario, puoi contattare un avvocato per farti aiutare a rivedere e a scrivere i documenti legali, come un testamento o una procura.
  4. Prenditi cura anche di te stesso. In quanto caregiver, se sei alle prime armi, puoi correre il rischio di mettere in secondo piano le questioni inerenti alla tua salute e al tuo benessere. Di conseguenza, quando è possibile, è importante che ritagli del tempo per te stesso. Fare regolarmente dell’attività fisica, ad esempio, può aiutarti a sentirti meglio e ad aumentare i tuoi livelli di energia. È importante fare dei pasti regolari e nutrienti e rispettare gli esami di controllo medico in calendario. Tutti questi accorgimenti possono aiutarti a mantenerti sano e in forma e, di conseguenza, di svolgere il tuo ruolo di caregiver al meglio. Ulteriori suggerimenti utili sono disponibili qui.