Attività da fare in compagnia

Un’attività fisica regolare può aiutare te e la persona assistita a sentirvi meglio e più sani.

Ricorda che quando si parla di attività fisica, tutto conta. Trenta minuti al giorno devono rappresentare l’obiettivo da raggiungere. Possono essere consecutivi oppure suddivisi in tre sessioni da 10 minuti. Le attività quotidiane, come recarsi al centro commerciale a piedi e fare i lavori di casa, oppure svolgere attività sportive, come andare in bicicletta o giocare a tennis, danno ciascuna il proprio contributo.

Consulta sempre il medico prima di iniziare un programma di attività fisica o di aumentare l’attività attuale. È anche importante che tu chieda al medico qual è il tuo obiettivo di frequenza cardiaca per determinare l’intensità dell’attività fisica.

Suggerimenti per iniziare

Prima di iniziare uno stile di vita più attivo, è bene tenere presenti alcuni fattori:

1. Un minimo di pianificazione può portare lontano. Parlando con la persona assistita puoi scoprire le attività preferite da entrambi.

2. Ora e luogo. Individua i momenti della giornata con maggior disponibilità di tempo ed energia comuni a entrambi. Anche trovare dei luoghi opportuni in cui svolgere l’attività fisica prescelta può essere d’aiuto. Restare a casa è la soluzione migliore? Il parco? Un circolo ricreativo o parrocchiale locale? Il campo sportivo della zona?

3. Facile da fare. Sii realista nelle tue aspettative, specialmente se la tua forma fisica non è quella che desidereresti avere o se la persona assistita ha dei limiti fisici. È possibile iniziare con brevi passeggiate intorno all’isolato, con esercizi di allungamento muscolare moderati e con il sollevamento di pesi leggeri.

4. Fare attenzione. Accertati che la persona assistita svolga l’attività fisica sentendosi a proprio agio e che non avverta dolori o fastidi. Qualora ci fossero dei problemi, come ad esempio il fiato corto, rivolgiti al medico.

Attività da provare insieme

Ecco alcune idee divertenti da provare.

Attività di intensità lieve

  • Giardinaggio leggero
  • Giri in bicicletta
  • Doppio di tennis
  • Un corso di acquagym per principianti (ossia, ginnastica aerobica fatta immersi in piscina; è meno gravoso per le ossa e le articolazioni)

Attività di intensità moderata

  • Ginnastica aerobica (a casa, utilizzando un video oppure in palestra)
  • Bicicletta
  • Camminata veloce
  • Singolo di tennis

Riuscire a instaurare un’abitudine comune può richiedere un po’ di tempo. È opportuno valutare con sensibilità ciò che la persona assistita è in grado di fare perché, nel tempo, ciò potrebbe cambiare. Quello che non si modificherà saranno le sensazioni positive e la forma fisica ottenute condividendo le attività.